Year: 2017

Quando musica e food si uniscono in un’unica sinfonia artistica

Vi ricordate che qualche settimana fa sarei dovuta essere a Bologna? Purtroppo a causa di  un imprevisto dell’ultimo minuto non sono potuta partire, ma ugualmente voglio portarvi con me alla scoperta di quel mondo che avrei dovuto e voluto scoprire con i miei occhi ma che, grazie a professionisti della comunicazione digitale, del food e dell’arte ho potuto vivere comunque.

Pensieri in corsa

La vita è strana, meravigliosamente strana. come quando ti ritrovi a trascurare le cose che ami per nuove passioni e nuovi amori, magari eterni, magari fuochi di paglia, ma che ti appagano e ti gratificano come non capitava da tanto tempo. Si, un bel giorno ti guardi indietro e ti accorgi che quella che era la tua vita ha preso una piega diversa, che forse l’hai scelto o forse no, ma ti piace, ti fa solleticare la pancia e battere il cuore. Perché ci sono momenti e momenti, cerchi, sperimenti, fallisci, ti rialzi, trionfi, cadi e ti rialzi di nuovo… Ed ecco che la tristezza diventa malinconia, la malinconia diventa entusiasmo, l’entusiasmo passione, la passione ardore, vita, perché la vita è quella cosa che inizia quando scegli che la paura di viverla ha lasciato il posto alla voglia di amarla. La vita è strana, meravigliosamente strana. Pensieri

Tre giorni in Corsica, in un hotel a 5*

Vacanza. Questa parola per me significa riposo, lentezza, rigenerarsi. Significa sottrarsi ai doveri quotidiani per lasciarsi andare ai piaceri che spesso mettiamo da parte. Vi farà strano leggere ancora di mare da una che ama la neve e il naso che si congela, ma quando si parla della Corsica mi viene voglia di sabbia, acqua cristallina, salsedine e tramonti mozzafiato. Io, il mare quello bello, l’ho visto, in Italia ma anche all’estero, non mi sorprendo facilmente. Eppure le distese bianche dell’isola francese (anche se i corsi potrebbero arrabbiarsi!) mi hanno lasciato a bocca aperta.

Come diventare attore – quello che puoi fare per iniziare

Ho deciso di fare questo post per tutte le persone che giornalmente mi chiedono “come diventare attore”. Per diventare attore intendo PROFESSIONALIZZARE qualcosa che hai dentro, da sempre. Perché in fondo attori si nasce. Non è per niente facile dare consigli su questo argomento, poiché non esiste una formula magica, non c’è una ricetta con dosi precise da rispettare, altrimenti vivremmo in un mondo cinematografico di sole  Meryl Streep. Io stessa ho avuto un percorso insolito rispetto a quelli che generalmente  sono i canoni, poiché come sapete è stato del tutto casuale, un inizio fortunato che capita raramente e non va preso come punto di riferimento universale. Perciò quello che farò è dirvi il mio pensiero su questo lavoro che tanti sognano ma che pochi hanno il coraggio di rischiare perché richiede fatica emotiva, e la fatica emotiva è per pochi.

Hotel Voce del Mare – una fuga romantica di pochi giorni

Chi ha seguito un po’ i miei ultimi spostamenti sicuramente avrà notato che, qualche weekend fa, sono stata nella nostra bella Italia e più precisamente in uno di quei posti che ti fanno capire che il paradiso a volte è a due passi da casa. Sto parlando proprio di lei, della costiera amalfitana, per l’esattezza a VIETRI SUL MARE. Sapete, non ci ero mai stata in tutta la mia vita e visto che qualche settimana fa è stato l’anniversario mio e di Dino, insieme abbiamo pensato che questa potesse essere l’occasione giusta per una fuga romantica di qualche giorno! Solitamente nei nostri viaggi corriamo come pazzi da una parte all’altra per vedere più cose possibili, soprattutto quando partiamo per 2/3 giorni; stavolta invece ci siamo proprio detti “godiamocela!”. Così abbiamo scelto di vedere quelle poche cose, fatte bene e soprattutto di rilassarci e staccare un po’ perché tutti e due ne avevamo bisogno.Quando decido di partire per rilassarmi penso subito al tipo di Hotel nel quale vorrei soggiornare; penso che dormire in un letto comodo, …

Shopping di primavera ai Negozi Pellizzari

Oggi vorrei raccontarvi di quella giornata di inizio primavera che ho trascorso in compagnia di quattro ragazze splendide e un ragazzo (anche lui splendido e soprattutto paziente perché sopportare 4 donne tutte insieme non è facile lo comprendo) all’insegna dello shopping di primavera all’interno dei Negozi Pellizzari. Avete idea di cosa possa venire fuori mischiando caratteri e personalità, shakerarli e lasciare a loro disposizione un intero (ed enorme) negozio? Il caos più assoluto. Posso dire con assoluta certezza che prima di allora non avevo mai passato una giornata di shopping così intensa e divertente.