All posts tagged: lavinia guglielman

Quel paradiso chiamato Sardegna

Le cose più belle della vita non sono cose. Tramonti infuocati, baci sotto i temporali estivi, mani che si intrecciano, la sabbia che scotta sotto i piedi mentre corri verso il mare, le cascate di stelle quando di notte è buio,  e potrei andare avanti ore. La Sardegna mi fa pensare a tutto questo, terra selvaggia e misteriosa, profumata di mirto e sale marino. Sono passati molti anni dalla mia ultima volta qui e, nonostante non abbia solo ricordi piacevoli legati a quest isola, ho scelto proprio lei come tappa delle mie vacanze estive, concentrandomi però sulla sua perla del sud: Villasimius.

Ristorante del Miss Clara Hotel a Stoccolma

Miss Clara Hotel e Nobis, design a Stoccolma

L’ultima volta in cui sono stata a Stoccolma è stato 10 anni fa o forse più; ricordavo fosse freddissima ma non così tanto. I tetti imbiancati, il ghiaccio che ci mostra un suggestivo fermo immagine Del Mar Baltico, il cielo che improvvisamente si tinge di bianco e fa fioccare neve in ogni dove. Nonostante tutto non esiste per me momento migliore per godersi Stoccolma se non nella sua veste più tipica: il gelo. Stavolta lo abbiamo sfidato davvero, perché ad accoglierci abbiamo trovato temperature polari che variavano dai -10º per arrivare ai -18º. Il nostro soggiorno doveva durare 3 notti che si sono trasformate in 4 a causa della neve che ha impedito agli aerei di partire. In quei giorni ha nevicato tantissimo ovunque, persino a Roma, quindi immagine a Stoccolma quanta ne sia venuta giù! Gli svedesi lo sanno bene e proprio per questo sono ben organizzati, come in tutto del resto, e mantengono le loro strutture caldissime e accoglienti. E se c’è una cosa che proprio gli riesce bene è la cura dei …

Lavinia Guglielman sulla neve con vista sulle Dolomiti al lago di Braies

Quelle Resort, Dolomiti a cinque stelle

Svegliarsi sulle Dolomiti, con il rumore silenzioso della neve è una delle sensazioni più dolci che si possano provare nella vita. Quel senso di protezione che fa sembrare le cose che hai lasciato a casa lontanissime nel tempo e nello spazio. Se chiudo gli occhi vedo ancora quel candore di cui erano pieni i miei occhi fino a qualche giorno fa. Le Dolomiti, così dure e imponenti ma altrettanto soffici con la loro vestina bianca! Che spettacolo incredibile!

Lavinia-Guglielman-al-Neruda-Design-Hotel-in finestra

Neruda Design hotel nel cuore di Praga

Il quartiere più bello e artistico di Praga è sicuramente Malà Strana. Qui si respira quell’aria bohémien tipica di questa città e i negozietti di artigianato che si trovano per le strade sono pieni di chincaglierie da acquistare. Via Nerudova, che taglia in due il quartiere , è davvero carinissima con i suoi palazzetti colorati e caffè dove rifugiarsi dal freddo; si trova a due passi da Charle’s Bridge che separa Malà Strana dal centro storico. Il Design Hotel Neruda, che ci ha ospitati per il nostro weekend, si trova proprio su questa via, e noi lo abbiamo amato fin da subito: eleganza e praticità, cordialità e cura dei dettagli.

I baci alla stazione

Quanti baci alla stazione, quante lacrime e quanto caos. Non è il mio posto, non sono serena, mi sento in bilico fra il trasporto per quegli abbracci che sanno d’amore e l’odore di ferraglia delle rotaie. La corrente fra un binario e l’altro infreddolisce le mie ossa minute e il suono delle rotelle delle valigie mi rimbomba in testa, la velocità dei movimenti esterni infastidisce la mia calma apparente e allora l’unica cosa da fare rimane affrettarsi verso il mio convoglio. Mi incammino col mio valigino carico solo dello stretto necessario, cercando di non farmi acciaccare dalla gente ed ecco che lo vedo lì, brutto, un po’ scassato, arrugginito e immagino puzzolente, il treno che mi aspetta. Chiedo al controllore se sia quello il mio, mostrandogli un codice sul telefono che mi fa rimpiangere il vecchio biglietto che poi avrei conservato nella scatola vuota dei gentilini per il resto della mia vita è, si, è proprio quello. Carrozza 8, in coda chiaro. Salgo alla ricerca del mio posto tentando di non esser goffa, cercando di …